Archivio categoria: CULTURA

FONDAMENTALISMO GASTRONOMICO CONTRO LA MISTIFICAZIONE DEL CIBO

di

  di LUCIANO DAMIANI ♦ Disgraziatamente si è aperto, vicino casa mia, un negozio di quelli che comunemente chiamiamo “bio”, insomma un negozio bio. Se c’entri, passata la prima parte di frutta e verdura, che… Continua a leggere

L’importanza di essere SMART

di

  di  ROBERTO FIORENTINI ♦ Non so se anche voi abbiate, talvolta, il dubbio che la politica sia molto indietro rispetto alla società. Se, insomma, l’estrema velocità con la quale la società cambia, specie grazie… Continua a leggere

Il contributo alla/della cultura

di

di LUCA GUERINI ♦ Partiamo dal concetto che non so quale sia la legge in merito e vi prometto che, appena finito di scrivere questa riflessione, andrò ad informarmi dalle autorità giudiziarie competenti, ma… Continua a leggere

UNA NOSTRANA EPOPEA

di

Incontro con la bonifica dell’Agro Pontino di LUCIANO DAMIANI ♦ Capita che un amico ti dica di aver visto in TV un interessante museo, capita che il museo racconti della bonifica dell’Agro Pontino e… Continua a leggere

A DRESDA, CHE SI RISCOPRI’ FIRENZE DELLA SASSONIA (II)

di

di NICOLA PORRO ♦ La riunificazione tedesca conobbe una veemente accelerazione a partire dai primi mesi del 1990,. Per molti versi, si trattò di una deliberata forzatura politica di cui il cancelliere occidentale Helmuth… Continua a leggere

A DRESDA. DALLA TEMPESTA DI FUOCO ALL’IDENTITA’ RITROVATA (I)

di

di NICOLA PORRO ♦ A Dresda ero stato una volta sola, un quarto di secolo fa. Ci sono tornato con curiosità. Ricordavo una città simile a un cantiere. La Firenze della Sassonia – l’iperbole… Continua a leggere

Appunti semiseri di viaggio

di

  di LUCIANO DAMIANI ♦ Finita la vacanza e tornati a casa, si fa esercizio di memoria delle cose viste e provate, un po’ per raccontarne a parenti e amici con dovizia di particolari,… Continua a leggere

L’occhio Severo (ma non troppo)

di

di DARIO BERTOLO ♦ Prefazione Fin da piccolo a Severo il suo nome non gli era mai piaciuto. D’altronde negli anni quaranta era uso diffuso chiamare i figli con i nomi dei nonni. E… Continua a leggere

il DI MAIO – manuale di storia per la scuola media

di

  di ETTORE FALZETTI ♦ “Il Novissimo testo che riscrive veridicamente l’intera storia mondiale all’insegna dell’ onestà, della competenza e del rigore scientifico” (Affinton post) Cap 1: storia medio e vale Nel 712 alle… Continua a leggere

NATIVI DIGITALI

di

di ROBERTO FIORENTINI ♦ SE TUTTO è così facilmente rappresentabile, se tutto è così “naturalmente” pubblico, come si fa a spiegare ai ragazzi che mettono in rete atti sessuali (altrui) più o meno carpiti… Continua a leggere

I PERICOLI DELLA RETE

di

di TERESA CALBI ♦ Un piccolo pensiero per Tiziana mi sembra doveroso. La storia di Tiziana è una delle tante vicende che dimostrano come la “rete”, il “web”, da utile strumento di trasmissione delle… Continua a leggere

Poliziotti, campioni e nudisti. Il piccolo mondo antico della Germania comunista

di

di NICOLA PORRO ♦ Tutti la chiamavamo Germania Est, ma il suo nome ufficiale era Repubblica democratica tedesca (Ddr). Un piccolo Paese incastonato nel cuore d’Europa, un gigante dello sport, un esperimento di ingegneria… Continua a leggere

Realtà virtuali ed esperienze reali

di

Ricordi di una città virtuale agli albori della rete. di LUCIANO DAMIANI ♦ Negli ultimi anni novanta la rete, che andava a 14,4 kb secondo, iniziava a produrre esperienze davvero nuove. Il tempo era… Continua a leggere

Elogio dell’analogico

di

di ROBERTO FIORENTINI ♦ Sono un grande appassionato di musica. Sul mio notebook da un terabyte di memoria, ho 65 giga di file musicali , cioè molte migliaia di canzoni. Ho, credo, oltre 3000… Continua a leggere

Dio Artista Folle della Nostra Vita

di

di OMBRETTA DEL MONTE ♦ Dio folle artista di questo mondo che sembra un quadro capovolto, dove tutto nasce senza una spiegazione, senza un perché … come l’arte che non si spiega, che non… Continua a leggere

Fate famiglia: ma quale?

di

di SIMONETTA BISI ♦ Passato da poco il Family Day, la ministra Lorenzin ha pensato di aggiungere alle tante date dedicate a qualche festeggiamento (madre, padre, nonni…) anche una giornata dedicata alla “fertilità”: il… Continua a leggere

Letterina ipotetica al Preside della mia scuola

di

di LUCA DI GIOVANNI ♦ Chi scrive, Preside, non è quello che si considera generalmente uno studente modello – perché è questo che la scuola vuole, giusto? Uno studente “modello” che in quanto tale… Continua a leggere

A Berlino, fra gli incubi e i sogni della modernità 

di

  di NICOLA PORRO ♦ Era un proposito che coltivavo da un po’.  Tornare finalmente in Germania da turista, emancipato dagli impegni di lavoro e dai suoi luoghi deputati, nel mio caso le pur… Continua a leggere

C’era una volta la Fenech

di

di LUCA GUERINI ♦ Avevo preparato una riflessione da proporvi sul tema del rapporto del teatro coi classici e tutte le implicazioni relative alla fruizione da parte del pubblico di testi che sono entrati… Continua a leggere

JE SUIS LASAGNA: ITALIANI CHARLIE GIÀ DAL ‘300.

di

di ELISABETTA APPETECCHI ♦ Grande scalpore per le vignette parlanti di Charlie Hebdo: la satira francese ci dipinge male, malissimo, in seguito al terremoto che ha colpito il centro Italia. Si parla di italiani… Continua a leggere

SONO CHARLIE, ANZI NO

di

di LUCIANO DAMIANI ♦ Eravamo tutti Charlie, chi più chi meno, pronti a difendere la libertà di satira, quella che irride alle religioni, ai potenti. ai fondamentalismi ed alla morte. La reazione violenta della… Continua a leggere