Archivio tag: DI GENNARO

“PAROLE DI DONNA” A CURA DI VALENTINA DI GENNARO E ANNA LUISA CONTU – Prigioniera di Stalin e di Hitler

di

di VALENTINA DI GENNARO ♦ La forma narrativa, in questo caso anche fonte storiografica, del diario, del diario delle donne, fu un’espressione letteraria che faticò ad affermarsi, nel corso della storia, nei paesi… Continua a leggere

La cornice semantica della guerra

di

di VALENTINA DI GENNARO ♦ Il sindacato di Polizia si è indignato per le mascherine ffp2 in dotazioni agli agenti e alle agenti di polizia, perché il colore che hanno inviato, il rosa,… Continua a leggere

“PAROLE DI DONNA” A CURA DI VALENTINA DI GENNARO E ANNA LUISA CONTU – Dopo le croci, ora si fa spazio.

di

di VALENTINA DI GENNARO ♦ Mentre in tutto il Paese non cessano i tentativi di istituirne di nuovi, i cimiteri dei residui abortivi mostrano, ora, dopo i fatti di Civitavecchia e quelli dei… Continua a leggere

Il posto più bello di tutti

di

di VALENTINA DI GENNARO ♦ Corso Marconi, a cavallo tra la fine degli anni ‘60 e gli inizi degli anni ‘70, è in rapida evoluzione. Non ancora salotto della città, ma neanche solo… Continua a leggere

Cresima e scarpe rotte.

di

di VALENTINA DI GENNARO ♦ Ildegonda, per tutti solo Ilde, è del 1910.  È di origini viterbesi, è arrivata a Civitavecchia con la madre dopo che ha perso il padre e il fratello… Continua a leggere

“Parole di donna” a cura di Valentina Di Gennaro e Anna Luisa Contu – Le città femministe.

di

“Parole di donna” – Il punto di vista femminista, che diverge, ribalta. L’indagine sul femminismo di oggi e di domani, su temi che si intrecciano e sulla necessità di essere intersezionale.  Le donne, i corpi… Continua a leggere

Che anno, quel 1956!

di

di VALENTINA DI GENNARO ♦ Mentre nel 1956 nel corso del XX Congresso del PCUS il segretario Nikita Kruscev denuncia i crimini di Stalin, mentre a Montecarlo si celebra il matrimonio tra Grace… Continua a leggere

PARIGI, 1960

di

di VALENTINA DI GENNARO ♦ Quando mio padre parte per Parigi è l’autunno del 1960, ha ventun anni. Lavora da undici. Gli è da poco nato il quarto fratello e ormai è già… Continua a leggere

PARLIAMO ANCORA DI NOI – RIFLESSIONI SUL BLOG

di

di VALENTINA DI GENNARO ♦ Alcuni prima di me hanno provato a dare una forma organica, scrivendone, alle idee e alle riflessioni che si sono palesate durante la riunione di domenica scorsa.  Sono… Continua a leggere

Il personale è politico. E la maternità?

di

di VALENTINA DI GENNARO ♦ In un interessante numero speciale della storica rivista del femminismo, DWF  (Donna, woman, femme) dedicato a un tema rimasto inevaso nel dibattito femminista:  il vissuto della maternità in… Continua a leggere

“S’è messo le presciutte”

di

di VALENTINA DI GENNARO ♦ Alfredo Fulvi, classe 1902 qualche anno prima di rischiare di essere deportato nella piazza principale di Civitavecchia, è un giovane portuale, molto alto e molto bello. Vestiva di… Continua a leggere

La chiamavano “La Brillante”

di

di VALENTINA DI GENNARO ♦ La storia della mia famiglia, come quella di tante famiglie, è costellata di storie degne di essere ricordate, soprattutto quelle le cui protagoniste sono donne.  Figli non riconosciuti… Continua a leggere

“Gerbere sotto l’Arco di Trionfo” 

di

di VALENTINA DI GENNARO ♦ In Francia, nel secondo dopo guerra, iniziano a formarsi alcuni gruppi femministi che si occuperanno non più solo del suffragio universale, ma soprattutto della emancipazione della donna: erano… Continua a leggere

Riflessioni sul ddl Zan

di

di VALENTINA DI GENNARO ♦ La questione sollevata in queste ultime settimane riguardo il linguaggio, in questo caso quello usato verso la comunità Lgbtq+a, che può o non può più essere usato, ha… Continua a leggere

“So ‘n zucchero!”

di

di VALENTINA DI GENNARO ♦ Questa è la storia di mia nonna Norvegia, per tutti Assuntina. Norvegia aveva una gemella, Svezia. In realtà, all’anagrafe Svezia era lei, ma quando pochi giorni dopo la… Continua a leggere

“Bacigalupo, Ballarin, Maroso…”

di

di VALENTINA DI GENNARO ♦ Nell’autunno del 1945 mio padre e la sua famiglia tornano a Civitavecchia, sarà assegnata loro una casa, poco più di una baracca, nel cortile di un caseggiato, ad… Continua a leggere

“Donna Caterina, Civitavecchia non c’è più”

di

di VALENTINA DI GENNARO ♦ Il 14 maggio 1943 erano passate da poco le ore 15:00. Civitavecchia stava per subire il primo, ed anche il o più terrificante e massiccio, bombardamento della sua… Continua a leggere

Sulla necessità di una politica femminista

di

di VALENTINA DI GENNARO ♦ Il dibattito politico cittadino degli ultimi mesi, soprattutto a sinistra, ha riportato  al pettine, tra i molti nodi irrisolti, anche quello del rapporto tra politica locale e femminismo. Non… Continua a leggere