Archivio categoria: CULTURA

Quando i profughi eravamo noi: Svizzera 1943

di

di DARIO BERTOLO ♦ Ore 20. Una sera come tante , la tavola apparecchiata , la cena pronta e il televisore acceso. Due ragazzi distrattamente guardano le immagini che con solita ripetitività ci riportano a… Continua a leggere

Del cibo della cultura e del mercato

di

di LUCIANO DAMIANI ♦ E’ di questi giorni lo pseudo scandalo sull’allevamento di bestiame, nella fattispecie polli e maiali, di un notissimo marchio. Il video, rilanciato nei social, ha sollecitato l’indignazione di migliaia di persone,… Continua a leggere

Mitologia della mia generazione: Er Guercio

di

di ROBERTO FIORENTINI ♦  Perché lo chiamavano Guercio non l’ho mai capito. Gli occhi ce li aveva tutti e due e , a quanto ne so, ci vedeva benissimo. Però tutti lo chiamavano Guercio e… Continua a leggere

Un Sito Istituzionale di forte connotazione Aliena

di

di FRANCESCO CORRENTI ♦ «I promontori Argentario e Circeo, alti e sporgenti, mostrano già da lontano i confini della spiaggia romana. Nel mezzo di questa scende nel mare il Tevere, che la regione latina, a… Continua a leggere

I romanzi di Piero Alessi: presentazione di Claudio Galiani

di

di CLAUDIO GALIANI ♦ Piero l’aveva promesso e Piero è uomo d’onore. Arriva così in libreria “La Contessa di Messina”, a comporre una trilogia con i precedenti “La pelle del serpente all’ombra del Pilone”… Continua a leggere

L’Isola Misteriosa

di

di ROBERTO FIORENTINI ♦ Non parliamo di quella di Giulio Verne. E neppure di quella dove è caduto il volo 815 della Oceanic Airlines, per intendersi quella della serie Lost. Parliamo comunque di… Continua a leggere

Ungaretti e il suo amico “Vigna”

di

di ENRICO CIANCARINI ♦ “Look Books ha trovato il libro richiesto”, la solita mail che arriva ormai quasi quotidianamente. Prosegue la ricerca di libri antichi su Civitavecchia per arricchire la collezione. L’apro, non è… Continua a leggere

Penne di fango.

di

di PIERO ALESSI ♦ Mai andato in cerca di amici o di sorrisi ipocriti. Molto meglio dire ciò che si pensa, metterci la faccia e perdere qualche saluto, del quale si può comunque fare… Continua a leggere

Rilettura d’una rilettura. Senza parole. Per vedere l’effetto che fa.

di

di FRANCESCO CORRENTI ♦ «Chome lo papa uole partire la rocha di Ciuita: chosì». Con queste parole, l’architetto che aveva illustrato a Giulio II della Rovere le possibili impostazioni planimetriche della costruenda fortezza di… Continua a leggere

Quattordece de maggio, è primavera

di

di ETTORE FALZETTI ♦ Trent’anni fa Giuseppe Croce pubblicava Canti della città vecchia, una rievocazione poetica agrodolce di alcune pagine di storia cittadina, ma anche una  serie di bozzetti divertiti e dissacranti di personaggi… Continua a leggere

Tre brevi storie in memoria del maggio 1943: Cinema Italia.(terza storia)

di

di CARLO ALBERTO FALZETTI ♦ Avevo passato la mattina alla macchia, in quel forteto irsuto pieno di marruche e biancospini, di scopeti e ginestre, di mortella e di olivastri. Andavamo girovagando, io ed i… Continua a leggere

Tre brevi storie in memoria del 14 maggio 1943: la vampa di fiamma ardente. ( seconda storia)

di

di CARLO ALBERTO FALZETTI ♦ Vampa di fiamma ardente che disperdesti il mio corpo, luce mortale che precipitasti dal cielo consumando nel tuo fuoco la vita e le cose. Unisti me e la mia… Continua a leggere

I giorni dell’abbandono

di

di ROBERTO FIORENTINI ♦ Al di là delle simpatie politiche, credo che nessuno possa negare che Civitavecchia appaia in una situazione di totale abbandono. Rifiuti ovunque, erbacce altissime in ogni strada , anche in… Continua a leggere

Tre brevi storie in memoria del 14 maggio del ’43: il mondo delle farfalle svolazzanti (prima storia)

di

di CARLO ALBERTO FALZETTI ♦ Alma era impiegata in banca. Aveva fretta quel pomeriggio. E per questo cercava di chiudere i conti con la massima celerità. Aveva una sola idea fissa nella testa, quella… Continua a leggere

Quando il Crotone venne a giocare a Boccelle

di

di LUCA GUERINI ♦ Hanno aperto un nuovo campo di calcio a Boccelle! Sono tutti accorsi quando lo hanno inaugurato: c’era la porchetta, i panini con il prosciutto e formaggi vari da mangiare col… Continua a leggere

La Santa Magnanza di Civitavecchia

di

di FRANCESCO CORRENTI ♦ Nei lontani anni Settanta del secolo scorso, durante un viaggio in Francia compiuto con una coppia di amici non architetti (lui professore di fisica, lei di lingua e letteratura… Continua a leggere

Civitavecchia al tempo delle bande

di

di CARLO ALBERTO FALZETTI ♦ Consorterie di notabili umiliano la città. Lo abbiamo detto. Tutti lo affermano, a volte anche con una certa audacia stante il debole clima civico del momento. Oso una… Continua a leggere

Che fine hanno fatto i cantautori? Che fine ha fatto la politica?

di

di CIRO FIENGO ♦ Pochi giorni fa è morto Gianmaria Testa, il “cantautore degli ultimi”, un uomo che ha dedicato la sua arte ai poveri ai migranti alle persone che vivono ai margini della… Continua a leggere

Si devono portare gli studenti a teatro?

di

di LUCA GUERINI ♦ Mi voglio in questo mio secondo appuntamento confrontare con una domanda che porterebbe ad una risposta retorica appena al termine della sua formulazione. “E’ giusto portare gli studenti a teatro?”… Continua a leggere

International tour film fest un’occasione che la città non deve lasciarsi sfuggire

di

di PIERO PACCHIAROTTI ♦ L’idea dell’International Tour FilmFest – Festival Internazionale del Cinema di Civitavecchia nasce con la trasformazione delle nostra città che da prettamente operaia ed in perenne crisi di posti di lavoro… Continua a leggere

Riprendono gli ameni inganni di Ettore Falzetti: “Finestre della mia camera – Le parole della solitudine”.

di

di ELOISA TROISI ♦ Tutte le anime grandi hanno un’architettura comune: la vera ipotesi a priori è Dedalo, il mitologico costruttore del labirinto del Minotauro, che ha allestito un’intricata trama di corridoi, specchi, inganni,… Continua a leggere