Archivio categoria: ALTRO

Dove passa la giustizia: Federico Aldrovandi

di

di MARCO DE LUCA ♦ Esaminare le vicende giudiziarie del caso Aldrovandi, qui non è importante. Non importa che la pena, prima di 3 anni e 6 mesi, confermata nei tre gradi di giudizio,… Continua a leggere

Progetto Erasmus

di

  di GIACOMO ANGELINI ♦ Quando si pensa a un incidente, a una morte, a una tragedia, si pensa sempre che ciò non ci riguardi, perché “è successo ad altri”. E gli “altri”, sempre,… Continua a leggere

SOCIETA’: LE PAROLE PER DIRLA (PARTE 1)

di

  di NICOLA PORRO ♦ PARTE 1. INTRODUZIONE AL CORSO Ringrazio gli amici di spazioliberoblog per avermi offerto la possibilità di sperimentare una modalità didattica inedita, rivolta in primo luogo a studenti che non… Continua a leggere

Lettera a un insegnante – ovvero richieste per il primo giorno di scuola

di

di GIACOMO ANGELINI ♦ In questi giorni ricomincia la scuola. Non è che siamo contenti, prof. Però va bene. Dopotutto inizia anche a fare più fresco, e poi, ovviamente, piove. Insomma, i pomeriggi… Continua a leggere

Comunque la pensiate è l’undici settembre

di

di LUCIANO DAMIANI ♦ Con l’intenzione di non cadere nell’esercizio retorico, del quale davvero il mondo non ha bisogno, e senza pretesa di dire “parole importanti” o considerazioni geopolitiche per le quali dichiaro la mia… Continua a leggere

La Melevisione smette di funzionare

di

di GIACOMO ANGELINI ♦ Quindici anni fa, avevo neppure otto anni, ero davanti alla TV, e aspettavo. Aspettavo quello che aspettava un qualsiasi bambino nato negli anni Novanta aspettava il pomeriggio. “La Melevisione” era l’appuntamento fisso di… Continua a leggere

DELLA VELOCITÀ E DELLA LENTEZZA, IL FALSO MITO DELLA RAPIDITÀ

di

di LUCIANO DAMIANI ♦ Domenica scorsa accompagnavo mio figlio e la sua compagna al mare, me ne andavo tranquillo e sereno rispettando, quasi, il limite di velocità imposto dalla segnaletica, aggiungendo 3 o 4 kmh,… Continua a leggere

L’insostenibile pesantezza di informare

di

di MARACATTA’ ♦ Un golgota quotidiano, un monte da scalare in mezzo a mille difficoltà, a gente che ti spinge a scrivere il contrario di ciò che vorresti raccontare, a personaggi più o meno influenti… Continua a leggere

Perché

di

di FABRIZIO BARBARANELLI ♦ Creare uno spazio libero, un luogo aperto in cui confrontare le idee. Può sembrare persino banale in un mondo normale. Ma viviamo in un mondo normale? «I social media danno… Continua a leggere