Archivio tag: FALZETTI C.

IL SILENZIO DEL MARE

di

di CARLO ALBERTO FALZETTI ♦ PATRIZIO-  “Tu tiene ‘na vucchella che pare na rusella nu poco pocorillo appassuliatella”. CECILIA- Ti beffi di me, dell’indecente tempo che gode impietoso della sua insolenza? PATRIZIO- Ma… Continua a leggere

UNA VARIAZIONE SUL TEMA DELL’ECCLESIASTE

di

di CARLO ALBERTO FALZETTI ♦ (grave ma non troppo). 1.Prima che vengano i giorni tristi, e ti sfiorino gli anni in cui dirai “non ho più voglia di voi, ne sono sazio”, prima… Continua a leggere

LA COSCIENZA DI MECO

di

di CARLO ALBERTO FALZETTI ♦ Avanti giorno il re della macchia sortì fuori dal forteto d’erica e dopo aver percorso uno smunto ginestraio   si trovò in campo aperto alla sgualdrina di un vento… Continua a leggere

LE BISCUTTINE DE NATALE

di

di CARLO ALBERTO FALZETTI ♦    IN TUTTO ER MONNO ER NATALE ADE’  ER PRESEPIO,  COLL’OVATTA SU LE MONTE DE CARTONE, O , PURAMENTE, L’ARBERO ADDOBBATO CO’ TUTTE ‘E FREGNE, FRAGNE E CIANFRUSAJE,… Continua a leggere

MOHAREBEH:  INIMICIZIA CONTRO DIO.

di

di CARLO ALBERTO FALZETTI ♦ Impiccare perché si è nemici di Dio! Il vero delitto contro Dio è sentenziare che esista un delitto contro Dio. Se esistesse un delitto contro Dio questo non… Continua a leggere

CANONE PERMANENTE

di

di CARLO ALBERTO FALZETTI ♦ A sentir parlare i ministri di Giorgia il cuore s’ affatica. Ed un abbattimento  sfianca la già stanca fiducia verso la politica. Avverti in quelle labbra uscire parole… Continua a leggere

DED MOROZ

di

di CARLO ALBERTO FALZETTI ♦ L’aria è soffocante. Il caldo sfiora l’eccesso. Mi rivolgo ad un inserviente pregandolo di abbassare il termostato. Nulla da fare:  preciso ordine del Presidente. Così doveva rimanere la… Continua a leggere

SYMBOLUM

di

di CARLO ALBERTO FALZETTI ♦ Avvenne un giorno che nella casa di un uomo zelante attento osservante della retta dottrina irrompessero un manipolo di facinorosi  mettendo a soqquadro ogni cosa ed imbrattando in… Continua a leggere

I NOSTRI DIRITTI CIVILI:  VIA DAL NASCERE.

di

di CARLO ALBERTO FALZETTI ♦ -VOCE DI DONNA.   Piccola anima che ti fu impedito di essere, palpito di cuore cacciato nell’oblio dalla mano crudele che doveva proteggerti. Alito che fu soffocato dall’egoismo estremo.… Continua a leggere

I NOSTRI DIRITTI CIVILI :  LA DOLCE MORTE

di

di CARLO ALBERTO FALZETTI ♦ -Riempi il mio bicchiere. L’acqua!  Voglio ascoltare il suo melodioso incanto. Quante volte? Quante volte abbiamo ignorato la sua meraviglia perché affannati, distratti, assenti. Ora che darei per… Continua a leggere

 PIO COLLOQUIO

di

di CARLO ALBERTO FALZETTI ♦ IL PRESIDENTE.  Giorgia, scuseme, ho desmentega’ de dir l’orasion. Tu me poria aiutar? ‘Ndemo col rosario. Primum myisterium gaudii….. LA PRESIDENTE.  Ora pronobbe! A Lorè io t’aiuto a… Continua a leggere

LA BOMBA ATOMICA ED IL DESTINO DELL’UOMO

di

di CARLO ALBERTO FALZETTI ♦ Quale colpa abbiamo commesso: ad uomini folli si è permesso di azionare il meccanismo di distruzione di massa dell’umanità! Una constatazione drammatica ma ovvia dal momento in cui… Continua a leggere

IL PRINCIPIO SPERANZA

di

di CARLO ALBERTO FALZETTI ♦ L’aldilà ha finito il suo fascino. Ad ogni funerale gli occhi sono mesti non solo per via del parente o dell’amico che piangiamo. Sono mesti per le parole… Continua a leggere

CARA SIGNORA GIORGIA

di

 di CARLO ALBERTO FALZETTI ♦ Cara Signora Giorgia, il verdetto ( seppur parziale) del popolo deve essere rispettato. Abbiamo lottato con stridore di denti e sangue per conquistare la democrazia dopo due decenni… Continua a leggere

AD ANTONIO

di

di CARLO ALBERTO FALZETTI ♦ Generazione fertile quella di chi ha appreso l’arte sul campo. Si nasce con la passione dell’inselvatichito, dello spazio aperto, dell’intrigo della boscaglia ma poi ecco che ti ingegni… Continua a leggere

ISTRUZIONI PER RECITARE L’UFFIZIO IN QUESTO FINE SETTIMANA.

di

di CARLO ALBERTO FALZETTI ♦ L’orante provveda ad esercitare il santo Uffizio con la diligenza dovuta e tenendo ben presente che al Penitenziale  è dovere dell’officiante far seguire il Gaudium et Spes vespertino… Continua a leggere

EMMA

di

di CARLO ALBERTO FALZETTI ♦ Emma K. moglie del diplomatico americano era giunta a Civitavecchia da Roma. La attendevano al Porto di Traiano il Sindaco ed altre Autorità. Un benvenuto per essere ritornata… Continua a leggere

LADY MACBETH

di

di CARLO ALBERTO FALZETTI ♦ ATTO PRIMO LE STREGHE MAGIARE.  Tutte attorno alla caldaia.                                            Perchè il filtro sia potente                                            d’un Dragone l’aspra scaglia                                            bolla e bolla l’ingrediente.                      LADY MACBETH.… Continua a leggere

UN APPELLO AGLI AMICI DEL BLOG:  EUROPA O NON EUROPA? –   L’immane potenza del negativo.

di

di CARLO ALBERTO FALZETTI ♦ La storia dell’Europa a partire da Atene  è stato il risultato di una continua mediazione. Il negativo, ovvero guerra, genocidi, colonizzazioni, si è posto come potenza che ha… Continua a leggere

BANALMENTE DIFFUSI SONO I FIORI DEL MALE

di

di CARLO ALBERTO FALZETTI ♦ Carie corrosiva delle mie ossa. Confesso a Dio onnipotente:     io sono invidioso di un mio simile! Del suo successo. Della sua esistenza,  della sua vita, Demente vivo la… Continua a leggere

UN DIALOGO ESTIVO

di

di CARLO ALBERTO FALZETTI ♦ Stravaccato su una panchina Amilcare si godeva il venticello marino. All’improvviso ecco apparirgli una figura ben conosciuta. “A sor maè’ , s’accomodi, venga pure, faccio posto, la panchina… Continua a leggere