QUANDO IL SOCIAL (USATO BENE) DIVENTA SOCIALE E SOLIDALE

a cura di ERNESTO BERRETTI

Neanche due cartelle per raccontarvi una storia che ha dell’incredibile, i cui protagonisti sono oltre cinquanta amici virtuali che, “cazzeggiando”, sono riusciti a trasformare i sorrisi in solidarietà concreta. Io sono fiero di essere uno di loro.

E che ne dite dell’incipit? «Un sorriso può diventare presto un pianto ma, se hai attorno energie positive, può succedere che il pianto accenni a sprazzi di sorrisi, spiragli da cui un barlume illumina il baratro dove si è piombati».

In fondo al buio fitto c’è un giovane uomo che, dopo aver perso la moglie affetta da una grave malattia, è stato licenziato: con tre figli piccoli da crescere, la situazione è assai grave.

Il sorriso che può aiutare il giovane padre arriva (a sua insaputa) dal tam-tam lanciato da un suo amico sulla pagina Facebook “Il Cazzeggio di IoScrittore”, frequentata virtualmente da scrittori e amanti della scrittura e del buonumore. L’idea è dare un gesto di solidarietà concretizzando ciò che si è capaci di fare: racconti brevi, in cambio di un piccolo sorriso per far luce a chi vive il dramma.

Inizia un coinvolgimento spontaneo al quale, da Civitavecchia, oltre me, aderisce anche Marco Salomone. Riuniti sotto il logo di “Cazzeggio Solidale”, coordinati da quell’amico, siamo 49 autori visionari e un team volontario di editor e grafici provenienti da ogni parte d’Italia (nomi noti e meno noti e di ogni fascia d’età).

INTERNO BERRETTI

Abbiamo anche il privilegio di essere capitanati dal pluripremiato Piergiorgio Pulixi, che realizza la prefazione, e di essere sostenuti da scrittori e scrittrici celebri.

In poco più di due mesi, l’idea virtuale della raccolta di racconti diventa un concentrato di energie positive e reali custodite nel libro “VACANZE E ALTRI DISASTRI”. I contatti diventano amicizie e il progetto porta i primi risultati.

L’obiettivo comune che ci siamo posti è rendere virale l’acquisto su Amazon, affinché il giovane padre possa ricevere il più possibile per alleviare la pena sua e dei figli. Perciò, come forsennati, tutti i partecipanti continuiamo a darci gran da fare per promuovere (su social, giornali quotidiani e periodici e online, blog, radio e tv private ed eventi pubblici) l’iniziativa solidale, spingendo il libro al vertice della classifica nazionale.

Siamo sette gli autori residenti nel Lazio, poi umbri e marchigiani, campani, veneti e friulani, pugliesi e siciliani, lombardi, piemontesi, calabresi e sardi, liguri, emiliani e romagnoli, toscani, e pure un’inglese e una romena per colorarci ancora di più.

Pulixi chiude così la sua prefazione: “VACANZE E ALTRI DISASTRI farà passare delle ore piacevoli, e il suo ricavato aiuterà una persona che necessita di una mano per rialzarsi. Perché accade a tutti di cadere. A tutti. Pochi invece hanno la fortuna di avere degli amici che tendono una mano per aiutarti a rialzarti. Qui le mani che si sono tese sono almeno una cinquantina, e a loro va tutto il mio rispetto.”

Sulle pagine Facebook e Instagram @Cazzeggio.Solidale potrete seguire l’iniziativa e, perché no, diventare “cazzeggiatori solidali d.o.c.” interagendo con noi e, soprattutto, supportandoci perché cazzeggiare è bello, ma farlo per fare del bene lo è ancora di più.

A nome di tutti e della famiglia in difficoltà, vi ringrazio se avete letto fin qui, perché vuol dire che sarete dei nostri…

ERNESTO BERRETTI