MENO MALE CHE C’E’ L’EUROPA

di CARLO ALBERTO FALZETTI

Nessuno che abbia onestà intellettuale e che abbia a cuore il Paese può pensare che i fondi del Recovery Fund possano essere spesi adeguatamente.

Se al posto dell’attuale compagine di governo ci fossero i personaggi dell’opposizione il giudizio non sarebbe di certo modificato.

Dunque, il giudizio negativo circa l’efficiente destinazione delle risorse europee deriva dalla mancanza, a tutti ben nota, di organizzazione, serietà, intelligenza burocratica, consonanza tra le istituzioni dello Stato, capacità politica, visione di medio periodo, cultura comprovata da esperienza, onestà.

Ho provato ad appellarmi, in un precedente articolo, alle riflessioni elaborate da istituzioni di buona reputazione (Fondazione Guido Carli, Fondazione Ugo La Malfa). Riflessioni condivise da personaggi non politici di elevato “standing”.

So bene che riflessioni di tal natura resteranno lettera  morta, parole al vento caldo di questo agosto.

Dunque, assalto alla diligenza? Distribuzioni a pioggia? Elargizioni meramente a scopo elettorale? Dunque, addio ad ogni speranza di rinascita seria?

Mi spiace per i pessimisti  incalliti. Non sarà così!

Non sarà così perché l’Europa, come ha “ permesso di far vincere” il negoziato al premier italiano così non permetterà, a maggioranza qualificata, di allocare i fondi diversamente dalle finalità attese.

Non potendo sperare nell’efficacia di un cambio di governo (dalla padella alla brace) l’Europa (cioè Germania e Francia) sarà costretta a vigilare sull’allocazione finale dei fondi destinati all’Italia, pena la non erogazione delle stesse risorse (come ha avuto “interesse” ad erogare altrettanto” interesse” ha nel vigilare)

Finale:

  1. Per tutti coloro che pensano alla “patriottica” sovranità sarà uno smacco. Tipo le grida contro la perenne infamia delle sanzioni degli anni trenta o l’urlo odierno “prima gli italiani” ed altre simili angosce irredentiste (Meno male che il sovranismo perde colpi!).
  2. Per tutti coloro che si trovano “per grazia del caso”ad occupare posti inappropriati al loro valore umano sarà un esproprio del processo decisionale (Meno male che non decidono!).
  3. Per tutti coloro che pensano seriamente alla rinascita del nostro Paese sarà una speranza di successo.( Meno male che non siamo soli!).

CARLO ALBERTO FALZETTI