IL MIO VIAGGIO IN RUSSIA – Una esperienza coinvolgente

di OMBRETTA DEL MONTE 

Una esperienza grande e coinvolgente che sicuramente mi porterà ad ulteriori progetti  artistici in altre città della Russia. Ho avuto modo di conoscere più organizzazioni sociali e culturali che molto fanno per i ragazzi e persone disabili, come Galkin Nikolai Nikolaevich , Presidente dell’Inva Accademia della Federazione Russa, Vasiliy  Ivanovic vice presidente dell’Inva accademia. Questa Accademia nazionale di belle arti e riabilitazione sociale per i giovani sotto la è stata fondata circa 20 anni fa  per i minori portatori di handicap di Krasnodar , la quale accoglie bambini e ragazzi disabili. I laboratori dell’accademia forniscono istruzione e riabilitazione a più di 600 bambini con limitazioni fisiche e mentali. A fine corso, i laureandi dell’accademia hanno la possibilità di iscriversi all’Università Statale di Cultura e Belle Arti dove è  prevista una quota per gli studenti portatori di handicap dal Ministero dell’Istruzione della regione. Nel  2014 questa accademia è stata presente in Vaticano con una mostra benedetta da  Papa Francesco dal titolo “Recupero Attraverso la Creatività”  e dopo ha proseguito l’esposizione   presso il Centro Russo di Scienza e Cultura  di Roma.

Ombre 1

Inizialmente dovevo partecipare ad una collettiva pittorica organizzata dall’UCAI presso il Museo Dostoevskij, poi altre organizzazioni mi hanno contattata per inserirmi come ospite d’ onore  al Forum : “La creatività un mondo senza confini”,  tenutosi presso la fortezza di San Pietro e Paolo del Complesso Museale Statale della storia Russa di San Pietroburgo, mi ha permesso di relazionare il percorso artistico anche  verso gli scopi sociali, compresa anche la promozione del territorio e tradizione della nostra città per il  ruolo di Presidente del Comitato Festeggiamenti Santa Fermina che tanto è stato seguito ed apprezzato sui social dagli organizzatori russi. Per questi aspetti ho ricevuto due riconoscimenti al merito artistico e al lavoro svolto nel Comitato S. Fermina. E proprio su quest’ultimo aspetto, tanto mi ha emozionata nel sentir tradotto in lingua russa una tradizione storica della mia città in un Museo così importante. Santa Fermina in 116 anni di storia del comitato non era mai arrivata così lontana. Per l’occasione avevo portato in dono dei testi del dott. Carlo De Paolis e altri libri sulla città d’ Amelia.

L’ospitalità ricevuta è stata grande e non si è limitata solamente al convegno, ma è proseguita con una serie d’inviti a siti culturali

Un grande grazie lo debbo rivolgere in primis all’avvocato Eleonora Khalatova  ideatrice del progetto che tanto ha creduto in me per questo scambio interculturale e poi a tutte le altre organizzazioni : Galkin Nikolai Nikolaevich Presidente dell’Inva Accademia della Federazione Russa, Vasiliy  Ivanovic vice presidente dell’Inva accademia, a Julia  Yaganova presidente  dell’organizzazione  per i diritti umani dei disabili “In una sedia a rotelle senza barriere”, a Rimma Zilievich presidente dell associazione Fontane di speranza, Sima Ramazanovna Аgеrchаnокоvа – Presidente organizzazione Repubblicana Adygeya “Per la tutta Russia organizzazione società di disabili”,  ad Anna Usova  art curator mostra al Dostoevskij  Museum  alla soprano Sofia Chic  e  Tanaeva Caterina Viktorovna,  direttore public relation della fabbrica della porcellana Imperiale che ha omaggiato i relatori con dei cadeau in porcellana.

Ombre 2

 L’ospitalità ricevuta è stata grande e non si è limitata solamente al convegno, ma è proseguita con una serie d’inviti a siti culturali e museali, tutti di notevole importanza storica, ma in particolar modo sono rimasta affascinata dalla meravigliosa fabbrica di porcellana imperiale, ovvero il museo, fondato nel 1744 a San Pietroburgo. ” sito a Prospect Obukhov Difesa, 151

Gli inizi si devono a Dimitry Ivanovich Vinogradov che, obbedendo a un ordine dell’Imperatrice Elisabetta, dette vita alla fabbrica nella cittadina di Oranienbaum, nei pressi di San Pietroburgo. La manifattura è tuttora conosciuta da molte persone con il suo precedente nome di Fabbrica di porcellana di Lomonosov. e da allora è la prima impresa di porcellana in Russia e la terza in Europa.

In questo museo dove si può accedere tramite visite guidate, si possono ammirare nella gallery, creazioni in porcellane pregiatissime e continuare il percorso nell’itinerario storico fatto di documenti e immagini fotografiche appartenenti agli imprenditori che nel corso dei secoli si sono succeduti, nonché  di tutti gli artisti che hanno decorato i manufatti.

 Inoltre il museo contiene anche  le firme di personaggi famosi appartenuti al mondo dell’arte e della politica  Kazimir Malevich, Lunacarskij, Gorky, Chaliapin, Esenin, Majakovskij e Lilya Brik, Meyerhold e Zinaida Reich e prima donna cosmonauta Valentina Tereshkova,ecc.

La fabbrica di porcellana imperiale con il suo museo è un luogo unico dove la storia e la cultura della Russia, materializzata in porcellana, viene creata e conservata per quasi tre secoli. Al museo dell’Hermitage è presente una collezione di pezzi storici.

Per questa interessante visita organizzata da Eleonora Khalatova e Rimma Zilievic, che ringrazio congiuntamente alla squisita disponibilità della  direttrice generale dott.ssa  Tilevich  Tatiana Aleksandrovna,  la direttrice Pubblic Relation dott.ssa Caterina Viktorovna  e  la Direttrice del Marketing dott.ssa  Nikiforova  Marina Aleksandrovna. Di questo viaggio porto con me la stima, l’ospitalità e l affetto che queste persone hanno riposto nei miei confronti o meglio dire la considerazione e il rispetto verso l’arte, il volontariato e la cultura del fare. Si è parlato di nuove iniziative strettamente artistiche in altre città della Russia, ma si è parlato anche di scambi interculturali con Civitavecchia, per le quali ho preferito non prendere impegni.

OMBRETTA DEL MONTE