MI CHIAMANO ANGELINO IL PELOSO, MA IL MIO NOME E’ANGELO PERISE.

di

di CARLO ALBERTO FALZETTI ♦ Se ne stava ritto, Angelo, sulla barca che con lentezza procedeva vero il molo del Lazzaretto. Faceva fatica il remo perché gravoso era il carico di materiale ferroso che… Continua a leggere